LA LITORANEA DELLE MERAVIGLIE

Otranto


Fra le bellezze assolute del Salento da non perdere è sicuramente la litoranea Otranto-Leuca, una delle strade panoramiche più belle d’Italia, bella tanto da mozzare il fiato. Da Otranto percorreremo la strada realizzata a ridosso del mare, ammirando piccole torrette di controllo, utilizzate in passato a protezione della costa dalle invasioni.
Poco dopo aver lasciato il centro del comune di Otranto incontreremo Punta Palascìa, il punto più orientale d’Italia con un faro collocato a strapiombo sulla costa, uno dei cinque fari del Mar Mediterraneo tutelati dall’ Unione Europea.

Porto Badisco


Proseguendo la nostra pedalata verso Torre Sant’Emiliano, con la sua torre di avvistamento posta su un’altura sporgente dalla quale domina l’intero canale d’Otranto, giungeremo a Porto Badisco, località balneare, famosa per la sua profonda insenatura, la più grande e significativa di tutta la Provincia di Lecce.

Tappa presso la Grotta dei Cervi, cattedrale preistorica e considerata uno dei luoghi più antichi d’Europa. La cavità carsica fu scoperta nel 1970 da 5 speleologi salentini e oggi rappresenta uno dei punti di rifermento della letteratura archeologica del Sud Italia.

Degustazione prodotti ittici locali

Santa Cesarea Terme


Da Porto Badisco, ultima località balneare appartenente al territorio di Otranto, giungeremo a Santa Cesarea Terme, nota stazione idrotermale del Salento. Da questo punto in poi, la strada inizia a farsi leggermente più difficile, con collinette poste a ridosso del mare.

Degna di nota è la Marina di Porto Miggiano, rinomata ed apprezzata da turisti e subacquei per la bellezza dei fondali marini.

Castro e Tricase Porto


Passando da Castro (centro balneare e peschereccio di origine medievale posto su un promontorio a circa 98metri sopra il livello del mare), faremo visita alla Grotta Zinzulusa, (grotta che deve il nome ad un termine dialettale “Zinzuli”, ovvero stracci, per via delle somiglianza di quest’ultimi alle stalattiti presenti al suo interno).

Continuando verso Tricase Porto, luogo di villeggiatura fra i più suggestivi ed eleganti di tutta la costiera orientale pugliese arriveremo a Marina Serra, da cui si inaugurano gli ultimi 14 km di litoranea prima della “fine della terra”.

Santa Maria di Leuca


Ma prima attraverseremo la Marina di Tiggiano e la Marina di Novaglie, lasciandoci inebriare dalla bellezza del ponte del Ciolo che domina un’insenatura fra le più amate e fotografate di tutta la costa salentina.

Siamo quasi giunti al termine della nostra pedalata, ecco svettare la sagoma del faro di Santa Maria di Leuca, che sorge sul promontorio di uno dei più famosi santuari mariani della Puglia, quello della Madonna De Finibus Terrae.

Torna indietro