DAL GARGANO AL SALENTO

Giorno 1: Benvenuti in Puglia!


- Arrivo Apt Bari, trasferimento con minibus nella splendida Vieste

- Presentazione del tour con Guida, consegna delle biciclette

- Cena e Pernotto in Hotel

Giorno 2: Vieste - Manfredonia


65km - Itinerario impegnativo, considerando le lunghe salite tra Mattinata e Manfredonia.

Partenza da Vieste: considerata la Perla del Gargano è uno dei centri turistici più famosi e rinomati della Puglia. La città, un pittoresco borgo medievale, si inerpica per stretti vicoli tra case bianche ed archetti molto suggestivi, mentre una spiaggia di sabbia bianca fa da cornice a questo luogo incantevole.

Pedalando lungo la costa si possono ammirare paesaggi costieri mozzafiato, fino a giungere a Mattinata. Qui il paesaggio pur restando sensazionale, cambia. Il mare lascia spazio ad enormi distese di uliveti intervallati qua e là da mandorli, fichi d'india, albicocchi.

Arrivo nella bellissima Manfredonia.

In serata, sistemazione in hotel con cena e pernottamento.

Giorno 3: Manfredonia - Barletta


80km - L’itinerario non presenta particolari difficoltà ed è interamente pianeggiante

In questa giornata percorreremo un territorio naturale che in passato ha fatto innamorare l’Imperatore Federico II di Svevia. Partendo da Manfredonia pedaleremo lungo la strada delle “Saline di Margherita di Savoia”, le saline più grandi d’Europa, dove sarà possibile osservare le vasche adottate per la produzione del sale, ma soprattutto, i fenicotteri che affollano questa zona umida durante i periodi di nidificazione.

Da Margherita di Savoia pedaleremo verso Barletta. Visteremo il parco archeologico Canne della Battaglia, uno dei siti archeologici più grandi dell’età del bronzo (il celebre campo di battaglia che vide nel 216 a.C., la vittoria dei Cartaginesi per opera di Annibale sui Romani).

In serata, sistemazione in hotel a Barletta e/o dintorni con cena e pernottamento.

Giorno 4: Castel del Monte - Trani


60km - L’itinerario non presenta particolari difficoltà, ad esclusione tratto di strada che collega Andria a Castel del Monte che prevede un leggero tratto in salita.

Partenza da Barletta. Dopo una breve escursione del centro storico e del lungo mare percorreremo un lungo tratto di strade di campagna, in leggera pendenza, costeggiando alberi di ulivo e vigneti autoctoni, fino a scorgere una sagoma ottagonale: è Castel del Monte.

Pranzo tipico in Agriturismo e/o degustazione di vini in azienda locale. Dal promontorio dominato dal castello federiciano, ci spostiamo sulla costa adriatica pedalando fino alla perla dell’Adriatico, Trani. Qui visiteremo la cattedrale romanica (affacciata sul mare ed inserita nella lista delle meraviglie italiane), ed il Castello Svevo (gioiello di fortificazione voluto da Federico II).

In serata, sistemazione in hotel a Barletta o dintorni con cena e pernottamento.

Giorno 5: Barletta - Bari


45km - L’itinerario non presenta particolari difficoltà ed è interamente pianeggiante.

Partendo da Barletta costeggeremo la statale adriatica, caratterizzata da bellissimi litorali sabbiosi e lambiti dalle acque cristalline del mare Adriatico, fino a giungere a Bari (città in cui riposano le reliquie di San Nicola).

Visiteremo il centro storico dominato dal Castello Normanno Svevo, la Basilica di San Nicola (uno dei più fulgidi esempi di architettura del romanico pugliese sede del culto ortodosso per la venerazione di San Nicola), il Teatro Margherita (edificato tra il 1912 ed il 1914 nell'ansa del vecchio porto) ed il Teatro Petruzzelli, il maggiore teatro della città di Bari e il quarto più grande teatro d'Italia.

Passeggiata sul lungo mare e resto della giornata libera.

In serata, sistemazione in hotel con cena e pernottamento.

Giorno 6: Bari - Monopoli


50km - L’itinerario non presenta particolari difficoltà ed è interamente pianeggiante.

Partiremo dal capoluogo di regione per ripercorrere la statale adriatica, dove la costa è ricca di grotte e calette nascoste. Sosteremo a San Vito, nella quale tra le basse rocce è incastonata una piccola spiaggia alle cui spalle sorge un’abbazia benedettina.

Visiteremo il centro storico di Polignano a Mare, caratterizzato da piccoli vicoli che terminano su delle terrazzine a ridosso del mare. Da non dimenticare la tradizione artistica che lega il paese con uno dei padri della musica Italiana, Domenico Modugno.

Pedalando sempre verso il sud della Puglia, la costa torna ad essere bassa con piccole cale e lingue di sabbia. Siamo ormai giunti a Monopoli, con i suoi lidi esclusivi dove è possibile gustare dell’ottimo pesce fresco, crostacei e crudità di mare.
Qui la notte trasforma le spiagge in vere discoteche all’aperto.

In serata, sistemazione in hotel a Monopoli o dintorni con cena e pernottamento.

Giorno 7: Monopoli - Castellana Grotte - Alberobello


50km - Itinerario impegnativo, considerando la lunga salita pedalabile tra Monopoli-Castellana Grotte.

Dalle coste rocciose e sabbiose, saliremo sulla murgia alla scoperta dei mistici trulli e delle chiese rupestri disseminate su tutto il territorio.

Ci attende un tratto di strada in salita ed impegnativo, in cui è possibile trovare ristoro lungo le fontanelle dell’Acquedotto Pugliese, che erogano acqua di sorgente freschissima. Piccola sosta alla Loggia di Pilato (una terrazza naturale che dalla murgia si affaccia sul Mar Adriatico offrendoci un panorama mozzafiato), prima di arrivare a Castellana Grotte, famosa per il suo territorio carsico e le grotte omonime (un complesso speleologico e luogo magico, a circa 70m di profondità con un labirinto di caverne e voragini lungo 3 km).

Visita alle Grotte.

Da Castellana Grotte, attraversando un’ampia depressione carsica denominata Canale di Pirro, giungeremo ad Alberobello, patrimonio dell’Unesco, centro della Valle d’Itria e della terra dei Trulli. Qui visiteremo il centro storico, che comprende due caratteristici rioni “Aia Piccola” e “Monti”, vero tesoro culturale ed architettonico della città. Il rione Aia Piccola ospita circa 400 trulli ed è conosciuto per il suo intreccio di vie e vicoletti dall’atmosfera suggestiva. Trasferimento in Minibus a Ceglie Messapica.

In serata, sistemazione in hotel a Ceglie Messapica o dintorni con cena e pernottamento.

Giorno 8: Ceglie Messapica - Manduria - Torre Lapillo


60km - L’itinerario non presenta particolari difficoltà ed è interamente pianeggiante.

Inizieremo la giornata da Ceglie Messapica, città d’arte e terra di gastronomia (tra le più antiche della regione, fondata attorno al XV secolo a.C.) caratterizza da trulli, masserie, alberi d’ulivo secolari e grotte carsiche. Visiteremo il centro storico alla scoperta delle antiche porte di accesso alla città e del Castello Ducale (un maniero risalente all'anno 1000).

Da Ceglie Messapica, percorrendo strade secondarie, utilizzate da contadini per raggiungere i propri terreni, pedaleremo fino a Manduria. Fondata dai Messapi, porta ancora numerose testimonianze del suo antico passato, tra le quali: le mura megalitiche, i resti del fossato e la necropoli.

Tappa presso un’azienda locale, nella città conosciuta anche come “la città del primitivo” per una degustazione di vini e prodotti tipici.

Dall’entroterra messapico passeremo sulla Costa Ionica. Il mar Ionio, con le sue bianche spiagge e le acque color turchese cristallino, ci regalerà colori e sensazioni tipiche delle migliori località tropicali. Le ultime pedalate ci faranno raggiungere Torre Lapillo, località balneare del comune di Porto Cesareo, dove maestosa troneggia la Torre di San Tommaso, una delle più grandi del territorio, appartenente al sistema difensivo costiero voluto da Carlo V che proteggeva il Salento dalle invasioni saracene.

In serata, sistemazione in Hotel a Torre Lapillo o dintorni, con cena e pernotto.

Giorno 9: Torre Lapillo - Gallipoli


50km - L’itinerario non presenta particolari difficoltà ed è interamente pianeggiante.

Un lungo tratto di costa sabbiosa di circa 50km ci condurrà da Torre Lapillo a Gallipoli. Effettueremo una sosta a Porto Cesareo, considerato un importante scalo portuale dell’epoca romana, è oggi sede di diverse aree naturali-marine protette.

Costeggiando il mare e rigenerati dalla sua brezza arriveremo a Gallipoli. Qui visiteremo i “due cuori” della città: il Centro Storico (con i suoi bastioni e mura di difesa lunghe circa 1,5 km, che difendevano la città dagli attacchi provenienti dal mare) situato su un’isola calcarea e il Borgo (ovvero la parte nuova della città, a cui si accede attraversando un ponte). Tra le bellezze naturalistiche degne di nota spicca l'isola di Sant'Andrea situata a sud ovest, a circa un chilometro da Gallipoli, il cui nome si deve all’omonima cappella che sorgeva sull’isola, ormai distrutta.

In serata, sistemazione in hotel a Gallipoli o dintorni con cena e pernottamento.

Giorno 10: Gallipoli - Leuca


50km - L’itinerario non presenta particolari difficoltà ed è interamente pianeggiante.

Da Gallipoli a Leuca, la litoranea tra ampi arenili bianchi, alternati da basse scogliere e piccole lagune, ci offrirà la possibilità di attraversare paesaggi di rara bellezza.

Lungo il nostro tragitto sosteremo a Torre Mozza, per rinfrescarci con un’ottima anguria leccese per poi proseguire fino a giungere a Leuca, punto in cui si può ammirare “l’incontro” tra il mar Ionio e il mar Adriatico. Visteremo il Santuario di Santa Maria de Finibus Terrae, situato su un promontorio a poca distanza dal Faro che, con la sua altezza di 48,60 metri e la sua collocazione a 102 metri sul livello del mare, è tra i più importanti d'Italia.

Effettueremo un’escursione in barca, ammirando le grotte della litoranea (ionica e/o adriatica) degustando ottimi prodotti locali.

In serata, sistemazione in hotel a Leuca o dintorni con cena e pernottamento.

Giorno 11: Arrivederci


Trasferimento da Leuca per APT Bari/Brindisi, fine dei servizi.

Possibile aggiunta di un giorno all’itinerario standard (per cicloturisti più esperti)
Monti Dauni (Lucera - Troia - Orsara - Manfredonia)
Trasferimento in minibus a Lucera - Km 72 - itinerario impegnativo con lunghe salite.

Torna indietro